1984

Oris Pointer: una storia di successo giorno dopo giorno
Oris Pointer: una storia di successo giorno dopo giorno

Nel 1984 il calendario "Pointer" di Oris torna alla ribalta: le nuove tendenze del mercato, soprattutto giapponese, favoriscono il ritorno alla tradizione e alla micromeccanica di pregio, che segna l'abbandono dei segnatempo di plastica al quarzo con quadranti LED o LCD usati negli ultimi anni. Molto spesso Ulrich Herzog si reca in Giappone, vista la passione del pubblico nipponico per gli orologi meccanici. L'economia giapponese in questi anni è ancora lontana dal resto del mondo, ma Oris accetta la sfida di soddisfare le grandi aspettative dei consumatori, concentrandosi in pieno nella nuova filosofia High-Mech. Nasce una nuova visione del business: Oris comincia a diventare leader mondiale nella produzione di orologi meccanici a prezzo competitivo.